21 luglio 2011

Così funziona l’amministrazione di gaiarine.

1) il comune di Gaiaine , si presume nel 2009, richiede alla Regione Veneto un contributo per la costruzione della seconda palestra di Calderano;
2) la Regione Veneto il 3/11/2009 concede un contributo di Euro 387.298,00 al Comune;
3) il Comune, però, è tenuto a presentare entro 18 mesi, dalla comunicazione di ammissione a contributo (quindi entro il 26/05/2011), a pena di decadenza, la seguente documentazione:
. provvedimento di approvazione del progetto esecutivo e di assunzione della spesa
eccedente il contributo regionale concedibile, con indicazione del quadro economico di spesa;
. parere favorevole del CONI.
4) con lettera Raccomandata in data 18.04.2011 prot. n. 187792, la Regione Veneto invia
formale preavviso di scadenza dei termini di presentazione della documentazione;
5) Qualche giorno fa, visto che il comune di Gaiarine non aveva presentato nessuna
documentazione, la regione delibera (vedi qui la delibera e il relativo allegato A), la
soppressione del contributo.
Evviva, evviva.
Venendo meno il contributo della regione, con tutta probabilità, salvo trucchi da ragioniere dell’ultima ora, questa opera assurda, che è il raddoppio della palestra di Calderano, non si farà più e così tutta la Comunità di gaiarine potrà trarre un sospiro di sollievo, patiranno invece un po’ di rabbia quei due o tre (più probabile uno o due) appartenenti (così si mormora) all’ex partito Alleanza Nazionale che sono gli “inventori” (meglio perderli che trovarli) del raddoppio della palestra.
La speranza, ma forse questa amministrazione troverà un altro modo assurdo di spenderli, è che i soldi stanziati per la palestra possano servire per qualcosa di veramente utile per tutta la comunità.
Fin qui tutto bene; l’inefficienza di questa amministrazione ha prodotto qualcosa di positivo per il comune.
ma….
dal 27 Maggio l’amministrazione di Gaiarine sapeva di aver perso il contributo, sapendo per certo di non aver presentato la documentazione richiesta dalla Regione, ma nonostante ciò il 12 Luglio, (vedi allegato A : SCHEMA PROGRAMMA OPERE PUBBLICHE 2011/2012/2013 ed ELENCO ANNUALE 2011), approva un bilancio manifestamente falso, si fa credere ai consiglieri e alla cittadinanza che il raddoppio della palestra sarà finanziato anche con 387.298,00 euro di contributo regionale.
La nostra cronaca del consiglio comunale del 12 Luglio aveva dato conto di come i consiglieri di minoranza avessero evidenziato che il bilancio 2011 presentato non fosse che una brutta copia di quello dell’anno prima, pieno di errori, inesattezze, mancanze e qualche trucco contabile, e come invece per il MegaloSindaco, per i silenti Consiglieri di maggioranza e per il nuovo Segretario tutto fosse a posto.
Ora di fronte a questo bilancio non veritiero, a questo palese inganno, si tenterà di fare qualche altra famosa “scalata” sugli specchi, o si tenterà di organizzare qualche altro “agratis”, ma la gravità di quanto è accaduto non può essere cancellata impunemente, i cittadini hanno il diritto di avere una Amministrazione Comunale trasparente ed irreprensibile sotto tutti i profili.

21 commenti:

  1. Tutto questo è semplicemente vergognoso.

    RispondiElimina
  2. Ma la piazza di Gaiarine (alla quale pare verrà cambiato addirittura il nome da Vittorio Emanuele II in Vittorio Veneto II!!! Nessuno si è accorto dell'errore!?!) arriverà mai a essere terminata? I lavori si sono fermati improvvisamente a pochissimi metri dalla fine, perché?
    Forse l'architettura non è più di gradimento del signor Sindaco?

    RispondiElimina
  3. Bella la circonvallazione ! Bello il discorso dell'inaugurazione...Peccato che qualche autista di mezzi pesanti non conosca il codice della strada e continui tranquillamente a transitare per il centro . Ovviamente passa tranquillamente sapendo bene che a Gaiarine i controlli dei vigili non ci sono mai stati perciò si sente al riparo da qualsiasi tipo di multa ! Dai su sveglia ! Almeno nei primi gg di apertura un minimo di controllo in entrata e uscita dal centro del paese ci dovrebbe essere non crede sig. Sindaco...?????? Basterebbe installare qualche telecamera che riprende immediatamente il transito dei mezzi e non ditemi che sono i veicoli che transitano per il carico / scarico delle merci quando si vedono TIR da 15 m...ah si forse portano i gelati in comune...

    RispondiElimina
  4. Ah ah! I gelati all'amministrazione!
    Ridi e scherza alla fine ci toccherà vedre pure questa!
    Sono perfettamente d'accordo sulla necessità di un controllo da parte della polizia locale, basterebbe una postazione alla rotonda fronte villa Riello anche se la soluzione migliore sarebbe una postazione altezza centro commerciale il Punto e una postazione piazzale ex consorzio fianco Pianca.....giusto per la comodità di poter far sostare i TIR.
    Le telecamere però solleverebbero da questo incarico i nostri affaticati vigili........
    Ma...e il gusto dei gelati?
    Ferrari per tutti!

    RispondiElimina
  5. Allora facciamo questi controlli o no ? Visto che i mezzi pesanti sfrecciano indisturbati per il centro del paese...se siamo a corto di personale c'è sempre il vice sindaco esperto di viabilità che potrebbe dare una mano ai vigili...

    RispondiElimina
  6. All'Anonimo del 28 luglio: poco dopo l'affissione al centro della piazza dell'enorme cartello che annunciava l'opera, io ho segnalato per iscritto l'errore di denominazione, con una e-mail indirizzata all'assessore ai LL.PP. e inviata alla casella ufficiale dei LL.PP. del Comune. E sono sicura che la mail è stata letta perchè lo stesso giorno il R.U.P., geom. B. Dissegna, mi ha risposto girandomi l'inoltro del mio messaggio alla ditta incaricata dei lavori con l'invito a correggere l'errore. Nessun cenno dal nostro silenzioso assessore. Mirella Giust

    RispondiElimina
  7. Ho percorso la nuova tangenziale e mi è parso un buon intervento che agevola chi va per Oderzo o anche Conegliano.Sono solo tre km scarsi e sono costati 6 milioni di euro - più o meno- stando ai giornali.Due milioni per kilometro mi pare già un prezzo caruccio ma i tredici milioni su cui si è aperta l'asta erano allora del tutto campati in aria. Ma viene naturale riflettere su quanto abbiamo letto sui giornali e chiederci: posto che risulta che il capitolato d'appalto era sui tredici milioni di euro, come sono riusciti a fare un buon lavoro solo- si fa per dire- con sei milioni di euro?La ditta esecutrice è una delle più serie della zona: sa fare il suo lavoro e evidentemente sa valutare i costi dei lavori e ha offerto un ribasso del 50%!!Quanto hanno offerto le altre ditte? quali ribassi si sono avuti in quella gara?E' vero che la vincitrice si è trovata con attrezzature incendiate? Ecco ci piacerebbe che qualcuno ci rispondesse per eliminare la fastidiosa sensazione che uno può provare circa il fatto che questa tangenziale dovesse rivelarsi più utile di quanto oggi si è rivelata.

    RispondiElimina
  8. La tangeziale è bella è utile sempre se viene sfruttata per la portata che può offrire intendo dire che i mezzi pesanti non devono fare i furbetti e passare per il centro come tuttora accade, certo questo è un discorso di sorveglianza da parte delle forze di polizia e soprattutto dei nostri cari vigili! La sanzione miei cari rimane l'unica regola che può far riflettere un pochino, perciò cari vigili piu controlli ma anche sanzioni al momento giusto !

    RispondiElimina
  9. milena rosada9 agosto 2011 23:03

    Tempo addietro, un anonimo scrittore chiedeva a quanto ammontano le indennità degli amministratori (mi pare riferita al vice sindaco).Come consigliere comunale ritengo doveroso comunicare, dopo averne ricevuto conferma formale,i seguenti dati pubblici:per l'anno 2011 l'onere a carico del Comune di Gaiarine per indennità al Sindaco e ai cinque assessori è pari a euro 63.922,28 a cui aggiungere Irap per 5.348,39, così distribuiti:
    Sindaco : 1844,84 al mese;
    Ass.Presotto (vice sindaco):922,42 mese,
    Ass.Venturin : 415,09 mese;
    Ass.Luisotto : 415,09 mese;
    Ass.Busetto : 830,18 mese;
    Ass.Peruch : 830,18 mese.

    RispondiElimina
  10. Ass.Peruch, €830,18/ n°4 sedute mensili = €207,55 a presenza, me par un pò tantini pà lezer el giornal da sentadi , o me sbaglio!?

    RispondiElimina
  11. Non sono proprio 4 sedute mensili, come invece si usava ai miei tempi: all'Albo Pretorio si contano 71 delibere di giunta al 19 luglio; mediamente una Giunta delibera -in un calcolo favorevole ai lenti- una decina di delibere; ergo,con 71 delibere da gennaio a luglio le giunte non dovrebbero essere state più di dieci in sette mesi.Allarghiamoci, per bontà: facciamo quindici?! Da cui: 830,18x7 mesi:10=581,13 a presenza o :15=circa 390,00 euro.A seratina.Non male!
    Forse quello che produce un assessore in due ore di giunta è infinitamente più pesante e sfibrante e alienante rispetto a quello che produce in dieci giorni un operaio in catena.Sempre ai miei tempi non l'avrei detto ma ...evidentemente i tempi cambiano.E cambiano le soglie di tolleranza..
    Milena Rosada

    RispondiElimina
  12. Volendo fare le pulci alla nostra onorevole giunta ho contato il numero esatto di sedute in cui sono state approvate le 71 delibere di cui parla Rosada, dall'inizio del 2011 fino al 19 luglio: sono state 12. In media tra una seduta e l'altra sono intercorse 2 settimane, ma ci sono stati anche distacchi di 3 settimane e c'è perfino una pausa nell'attività amministrativa di ben 35 giorni tra marzo e aprile. Ma cosa c'entrano gli aridi numeri con la qualità del servizio reso ai cittadini? Vuoi mettere lo stress, la fatica, le risorse intellettive profuse partecipando alla vita comunitaria fatta di inaugurazioni, manifestazioni sportive, cene più o meno ufficiali e sagre paesane (tanto più se è prevista la seccatura di avere mogli e fidanzate al seguito)? Sono davvero ingrati i cittadini che fanno questo tipo di conti in tasca ai loro bravi assessori! O NO??

    RispondiElimina
  13. Allora cossa serve la circonvallasion se non si fanno i controlli gke camion ,trattori, buldozer che i viaggia industurbati per il centro e nessun dise nient ! Vigili su femo ste multe bendette no aver paura come sempre...bondì..

    RispondiElimina
  14. il fatto è che regole, controlli, multe devono valere sempre e per tutti..
    è sleale segnalare i comportamenti scorretti degli autisti dei mezzi pesanti quando quasi tutti ignorano (ignoriamo?!?) i limiti di velocità nei centri abitati (figuriamoci fuori), i divieti di parcheggio e quelli riservati ai disabili, gli attraversamenti pedonali..
    i vigili non hanno paura, si adeguano perchè se dovessero applicare davvero il codice della strada il comune non avrebbe certo problemi di bilancio e potrebbe rifare le piazze ad anni alterni..
    p.s. a proposito: vabbeh che va di moda il dialetto e la cultura popolare ma almeno proponiamolo correttamente:
    non «Allora» ma «Alora», non «trattori» ma «tratori», non «buldozer» ma «buldoser» ecc.. ecc..

    RispondiElimina
  15. Si le regole valgono per tutti è vero. Si dai lasciamo pure che i mezzi pesanti attraversano il centro come prima...ma dai x piacere siamo seri ! C'è una strada che è stata costruita con un fine ben preciso sgravare il centro dal traffico pesante si tratta solo di rispettare il denaro pubblico che è stato speso facendo gli opportuni controlli con le relative multe il problema è come sempre la certezza delle pena, chi sgarra deve pagare ! Pagare !!

    RispondiElimina
  16. regole che valgono per tutti..
    rispetto del denaro pubblico..
    opportuni controlli con relative multe..
    certezza della pena..
    chi sgarra deve pagare..

    parole sante.. eppure..

    1973 - Governo Rumor IV - Ministro delle finanze Emilio Colombo (condono fiscale)
    1982 - Governo Spadolini I - Ministro delle finanze Rino Formica (condono fiscale)
    1985 - Governo Craxi I - Ministro delle finanze Bruno Visentini (condono edilizio)
    1991 - Governo Andreotti VI - Ministro delle finanze Rino Formica (condono fiscale)
    1995 - Governo Dini - Ministro delle finanze Augusto Fantozzi (condono edilizio e concordato fiscale)
    2003 - Governo Berlusconi II - Ministro delle finanze Giulio Tremonti (condono edilizio e fiscale)
    2009 - Governo Berlusconi IV - Ministro delle finanze Giulio Tremonti (scudo fiscale in vigore dal 2/10/2009)

    oppure..

    RispondiElimina
  17. oppure...

    Berruti Massimo Maria (FI): condannato in via definitiva a 8 mesi per favoreggiamento.

    Bonsignore Vito (europarlamentare FI): condannato definitivamente a 2 anni per tentata concussione nello scandalo delle
    tangenti per il nuovo ospedale di Asti.

    Mario Borghezio (europarlamentare Lega Nord): condannato in via definitiva per incendio aggravato da "finalità di
    discriminazione", per aver dato fuoco ai pagliericci di alcuni immigrati che dormivano sotto un ponte di Torino, a 2 mesi e 20
    giorni di reclusione commutati in 3.040 euro di multa.

    Bossi Umberto (Lega Nord): condannato in via definitiva a 8 mesi di reclusione per 200 milioni di finanziamento illecito
    dalla maxitangente Enimont.

    Cantoni Giampiero (FI): ha patteggiato 2 anni di reclusione per corruzione e concorso in bancarotta e risarcito 800 milioni di
    lire.

    Carra Enzo (PD): una condanna in via definitiva per false dichiarazioni al pubblico ministero. Per i giudici, Carra è un falso
    testimone che, con il suo «comportamento omertoso» e la sua «grave condotta antigiuridica», ha tentato di «assicurare
    l’impunità a colpevoli di corruzione, falso in bilancio e finanziamento illecito» nel caso Enimont. Parola del Tribunale e della
    Corte d’Appello di Milano, nonché della Cassazione, che l’hanno condannato prima a 2 anni e poi a 1 anno e 4 mesi (grazie
    allo sconto del rito abbreviato) di carcere.

    Ciarrapico Giuseppe (PDL): è stato condannato a 3 anni definitivi per il crack da 70 miliardi della Casina Valadier
    (ricettazione fallimentare) e ad altri 4 e mezzo per il crack Ambrosiano (bancarotta fraudolenta).

    De Angelis Marcello (AN): condannato in via definitiva a 5 anni di carcere per banda armata e associazione sovversiva come
    dirigente e portavoce del gruppo neofascista Terza Posizione.

    ..

    RispondiElimina
  18. e anche..

    Dell’Utri Marcello (FI): condannato definitivamente a Torino a 2 anni e 3 mesi per false fatture e frodi fiscali nella gestione
    di Publitalia (reato per cui fu arrestato per 18 giorni nel maggio 1995 e poi patteggiò la pena in Cassazione).

    Farina Renato (FI): Farina patteggia una pena di 6 mesi di reclusione per favoreggiamento nel sequestro di Abu Omar,
    l’imam egiziano rifugiato in Italia, sequestrato a Milano il 17 febbraio 2003 dalla Cia con l’aiuto del Sismi, trasportato nella
    base americana di Aviano e di lì deportato in Egitto, dove fu torturato per sette mesi.

    La Malfa Giorgio (FI): condannato definitivamente a 6 mesi per il finanziamento illecito della maxitangente Enimont.
    Maroni Roberto (Lega Nord): condannato definitivamente a 4 mesi e 20 giorni per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale
    durante la perquisizione della polizia nella sede di via Bellerio a Milano.

    Nania Domenico (AN): arrestato per 10 giorni e poi condannato in via definitiva a 7 mesi per lesioni personali legate ad
    attività violente nei gruppi giovanili di estrema destra (fatti dell’ottobre ’69, sentenza emessa nel 1977 e divenuta definitiva nel
    1980).

    Naro Giuseppe (UDC): condannato in primo grado a 3 anni e in Cassazione a 6 mesi definitivi di reclusione (erano 3 anni in
    primo grado) per abuso d’ufficio nel processo per l’acquisto con denaro pubblico di 462 ingrandimenti fotografici, alla modica
    cifra di 800 milioni di lire.

    Papania Antonio (PD): il 24 gennaio 2002 ha patteggiato davanti al gip di Palermo una pena di 2 mesi e 20 giorni di
    reclusione per abuso d’ufficio.

    Sciascia Salvatore (FI): condannato definitivamente a 2 anni e 6 mesi per aver corrotto alcuni ufficiali e sottufficiali della
    Guardia di finanza.

    Tomassini Antonio (FI): medico chirurgo, è stato condannato in via definitiva dalla Cassazione a 3 anni di reclusione per
    falso.

    RispondiElimina
  19. dopo il continuo via vai dei mezzi pesanti per il centro con relativo articolo pubblicato il 21/09 sulla Tribuna in in una piccola frase si sottolinea quanto detto , i vigili di Gairine dopo essere stati chiamati in causa sul problema rispondono che...la segnalitica posta da Veneto Strade è sbagliata e che non è loro competenza occuparsi dell'operato degli altri. Bella tale risposta...ora scopriamo che una strada costata 6 milioni di euro e dopo quasi 2 mesi dall'inaugurazione ha la segnalatica sbagliata perciò poverini i mezzi pesanti , che colpa hanno...no nessuna perchè non possiamo fare nessun tipo di sanzione...
    Ma per piacere ci sono 4 cartelli all'entrata - uscita di ogni rotatoria con il divieto di transito tranne per scarico e carico merci non sono sufficienti tali cartelli mah....a voi la ripsota

    RispondiElimina
  20. Qualcuno sa cosa è stato deciso riguardo alle sorti di Villa Elena? La giunta si dovrebbe essere incontrata mercoledì.

    RispondiElimina
  21. Su Villa Elena non abbiamo notizie e quindi cercheremo di reperirle anche perché sapere che fine farà il Centro Infanzia non è cosa da poco.

    RispondiElimina

partecipa, dì quello che pensi! condividi le tue proposte!