11 settembre 2009

Fenomeno Lega !

Dal blog: http://antefatto.ilcannocchiale.it

Dieci domande a Umberto Bossi
1) E' vero, signor Bossi, che lei si rivolge affettuosamente a suo figlio Renzo chiamandolo "trota" e se sì perché?
2) Dopo aver lanciato su Facebook il gioco "Rimbalza il clandestino", suo figlio Renzo è stato nominato membro di un osservatorio dell'Expo di Milano. Attraverso quali canali di reclutamento e in ossequio a quali criteri suo figlio ha ottenuto tale nomina da 12mila euro al mese?
3) Prima di intraprendere l'attività politica lei ha per molti anni svolto l'attività di cantante col nome d'arte di Donato arrivando a partecipare (e venendo bocciato) al festival di Castrocaro. Perché ha smesso?
4) Nel 1995 lei definiva Berlusconi un mafioso con cui non si sarebbe mai alleato. Quando e perché ha cambiato idea?
5) Signor Bossi, ha rinunciato all'idea della secessione da "Roma ladrona"? Chi ha la proprietà sul "marchio" della Lega?
6) Dopo aver ottenuto il diploma di perito tecnico elettronico presso la scuola per corrispondenza Radio Elettra, lei da 22 anni siede ininterrotamente in Parlamento. Che lavoro farebbe, signor Bossi, se non facesse il deputato?
7) Dice il vero la sua prima moglie, Gigliola Guidali, quando afferma in un'intervista di aver chiesto la separazione dopo aver scoperto che lei usciva tutte le mattine di casa con la valigetta del dottore (dicendole "ciao amore, vado in ospedale") senza essersi però mai laureato?
8) Nel 1992 esplode Tangentopoli, un evento epocale che vide lei fra i più convinti sostenitori del pool di magistrati intenti ad indagare sui fenomeni di corruzione. Nel 1993 lei venne coinvolto in una questione legata a un finanziamento illecito di duecento milioni, ricevuti dagli allora dirigenti Montedison. Smise per questo di sostenere i magistrati?
9) Che fine ha fatto il Parlamento del Nord?
10) Il 26 luglio del 1997 lei affermò testualmente: "Il Tricolore lo uso per pulirmi il culo". Signor Bossi, ricorre ancora a questa pratica palesemente antigienica?

"Cosa è il leghismo se non la storia di un movimento che non legge?" (Umberto Eco)
"Il vero potere Gelli diceva che lo deteneva chi ha i mezzi di informazione e Berlusconi era la tessera 1816 della P2 di cui Gelli era a capo. E prima di Gelli, se ricordo bene, era un principio espresso dal nazista Goebbels." (dall'intervento alla Camera dei Deputati del 24 gennaio 1995)
"Bossi, un disastro, una mente contorta e dissociata, un incidente della democrazia italiana, uno sfasciacarrozze con il quale non mi siederò mai più allo stesso tavolo." (Silvio Berlusconi)

Pubblicato qui il 2/9/2009 alle 15.37 nella rubrica su la testa.
.

28 commenti:

  1. A parte la moda delle 10 domante, ciò che mi consola è che sono solo il 10% del paese.

    Ciò che mi sconforta è che quel 10% è tutto "ingrumato" nei nostri paesi.

    Forse nel passato troppe ore straordinarie e pochi libri?

    RispondiElimina
  2. Nei nostri paesi la Lega dà risposte a domande che per troppo tempo sono state evitate.

    RispondiElimina
  3. Ricordo al signor Stefano che quel 10% del Paese lo sta rinnovando, al contrario della sinistra che dice solo chiacchiere e basta!
    Hanno distrutto l'Italia in due anni e si permettono di attaccare chi ha dovuto risolvere i loro disatri. Vergogna!!!
    W il centro-destra! W Berlusconi !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Carlo Maria Fossaluzza12 settembre 2009 16:31

    Per l'ennesimo Anonimo (o per il solito?):
    a quali disastri del centro-sinistra ti riferisci? E a quali soluzioni del centro-destra?
    Credo che per superare il livello del "tifo" da bar e cominciare un dialogo serva innanzitutto precisione ed informazione.

    RispondiElimina
  5. Disastri del centro-sinistra: crisi economica, indulto, assenteismo, immigrazione clandestina, indisciplina a scuola, insicurezza, .....
    Soluzioni del centro-destra: agevolazioni fiscali per le famiglie (con miglioramenti riconosciuti dall'OCSE, da Bankitalia, da Confindustria), aumento delle pensioni, meno spese per le famiglie con più figli, pene più dure, contrasto all'immigrazione clandestina con il reato di clandestinità, inasprimento del carcere per i mafiosi, respingimenti (arrivi a lampedusa -90%), decreto Brunetta (assentesimo -40%), voto in condotta, federalismo fiscale (con voto favorevole IDV, astensione PD),....... E gli italiani sanno tutto questo, infatti hanno confermato la fiducia nel Governo attraverso le elezioni europee ed amministrative.
    Vai Silvio, facci rialzare !!!

    RispondiElimina
  6. Difficile rispondere a chi parla per luoghi comuni ed elenca pedissequamente slogan e spot elettorali, dimostrando di avere memoria corta e quella poca neanche obiettiva.. e gli italiani che sanno tutto ciò che mamma televisione racconta riconfermano la fiducia a chi racconta loro ciò che vogliono sentirsi raccontare.. che dire? siamo nelle mani di un miliardario e mi torna in mente 'A livella di Antonio De Curtis.. attendiamo fiduciosi! allegria!!! http://www.antoniodecurtis.com/livella.htm

    RispondiElimina
  7. P.S. Nel frattempo mi segnalano che il figlio di Bossi, “trota” secondo il padre, è stato nominato membro del consiglio di direzione dell’ ”Osservatorio sulla trasparenza e l’efficacia del sistema fieristico lombardo”, un baraccone inutile ideato dalla stessa Lega. Stipendio: 12.000 euro al mese. Dieci volte lo stipendio degli insegnanti che lo hanno bocciato. Tre volte. Alla maturità.
    Caro anonimo, centrodestra, centrosinistra.. che importanza ha? digiti renzo bossi osservatorio su google e si diverta..

    RispondiElimina
  8. .. e sulle tante incapacità del centrosinistra nulla ho da obiettare anzi, potrei solo aggiungere.. ma sul fatto che il miliardario pelato faccia rialzare concordo al 100% solo se si riferisce al rialzo del debito pubblico: http://www.youtube.com/watch?v=9B5TptZVaKQ&feature=related

    RispondiElimina
  9. Carlo Maria Fossaluzza13 settembre 2009 10:16

    Non credo si possano assumere come conquiste alcuni punti toccati dall'anonimo. La lotta all'assenteismo è promossa da Brunetta, l'ultimo a poter parlare. Non credo sia colpa del governo del centro-sinistra l'indisciplina a scuola, ma un problema sociale; la scuola è frequentata da tutti e dai figli di tutti. Il reato di immigrazione è un pericolo tremendo, assolutamente non una soluzione ad un problema. Voglio poi ricordare che molti problemi relativi all'immigrazione sono dovuti alla miopia della legge Bossi-Fini. Il federalismo fiscale in realtà è uno slogan, e nei prossimi anni anche quelli che ora son felici (e che evidentemente non hanno letto per bene cosa sia) si renderanno conto che nulla è cambiato, anzi si ha un passaggio in più dei soldi da Roma alle tre macro-regioni (e sappiamo cosa sia in Italia un passaggio in più). Berlusconi al governo significa inasprimento del carcere per i mafiosi? Ah beh allora.. La crisi economica è congiunturale, di sicura non colpa della sinistra.Sull'indulto nulla da eccepire, una cosa vergognosa. Non per nulla dove si trova ora Mastella? E con chi era a patti (chiaramente traditi)? Ci tengo poi a sottolineare che in Democrazia vince la maggioranza. Quindi non sono "gli italiani", ma "la maggioranza degli iitaliani" a votare per una COALIZIONE che vede come candidato l'attuale premier; sono due coseben diverse. Sono perfettamente d'accordo sul fatto che la sinistra nel governo precedente sia stata poco propositiva e quasi per nulla incisiva (anche se credo che la Bersani sia una gran legge ), ma non per questo posso pensare che il governo attuale sia granché.

    RispondiElimina
  10. Berlusconi è stato eletto per la prima volta nel 1994 se non erro. Poi dopo il ribaltone della Lega un governo tecnico guidato da Dini ministro nel precedente governo Berlusca.
    Due anni Prodi due tra D'Alema e Amato poi cinque anni Berlusconi e 1 anno Prodi e adesso ancora Berlusconi.
    Tranne 6 anni dal 1994 al 2009 ha governato quello che noi in Italia chiamiamo governo di centro destra ma all'estero chiamano xenofobo.
    Alitalia, Catania, Roma Capitale, doppio rimborso elettorale per i partiti, distruzione della scuola pubblica, distruzione della credibilità internazionale del nostro paese. Potrei anche dire che per questo governo la crisi finanziaria è una fortuna perché una crisi strutturale ed economica che ci portiamo dietro dai primi anni di questo secolo, quando il signor Tremonti voleva vendere il Colosseo per ripianare i debiti. Ad un certo punto persino Silvio ha dovuto sostituirlo al Tesoro.
    Per quanto riguarda il -90% degli arrivi a Lampedusa sicuramente sapete che l'Italia dovrà pagare 5milioni di euro all'anno al signor Gheddafi per questo.... e poi non arrivano a Lampedusa perché affondano prima.
    Per quanto riguarda l'assenteismo, piaga purtroppo profonda nel pubblico, è anche vero che è diminuita perché chi è veramente malato non può stare a casa per meno di 10 giorni altrimenti lo stipendio a fine mese viene parecchio decurtato.
    OCSE,Bankitalia,Confindustria, FMI e UE non mi sembra siano proprio contente di come si sta muovendo il nostro governo.
    Per quanto riguarda le pensioni penso l'anonimo si stia riferendo a quelle dei politici, perché portare una pensione minima da 500 euro al mese a 520 è un'offesa.

    RispondiElimina
  11. Tante belle parole complimenti... ma voi siete come Franceschini e company che affermano: il governo non sta fecendo niente, zero fondi alla scuola, poveri clandestini, bla bla.....
    E invece noi i clandestini li aiutiamo a casa loro, come Bossi che ha costruito un ospedale in Costa d'Avorio.
    Quanto a suo figlio confermo il parere del signor Roberto poichè è un buono a nulla.
    Non per questo però posso dire che Berlusconi non sta rialzando l'Italia. Avete visto per caso gli ultimi dati dell'economia: pian piano si sta riprendendo anche se non è finita, anzi bisogna fare ancora molto. (L'OCSE inoltre, oggi ha riconfermato che l'Italia si sta riprendendo più velocemente di altri)
    I clandestini a casa loro e che anche Malta e l'Unione Europea ci aiutino insieme agli altri stati che ci dicono xenofobi dopo però sono loro che hanno adottato il reato di clandestinità e che sparano ai barconi appena li avvistano (es. la Spagna di Zapatero, presidente del partito socialista operaio).
    Berlusconi inoltre ha fatto fare una bellissima figura all'Italia durante il G8, riconosciuta anche da presidenti appartenenti alla sinistra.
    Altro che Franceschini che è rimasto solo con quel 30% di Italia!!!
    W Silvio !!!

    RispondiElimina
  12. Cosa centrano Franceschini e copany, qui nessuno ha mai parlato di loro.

    Non essere dalla parte del governo non indica che si è di sinistra.

    Quando uno cade, cade e non può andare più giù può solo rialzarsi. E così per l'economia dell'Italia.
    Se le cose vanno meglio e grazie a tutti gli operai che si alsano tutte le mattine alle 6 per andare a lavorare, che hanno accettato la cassa integrazione, uno, due giorni a settimana senza lavoro. E' grazie a tutti quei piccoli imprenditori che hanno rinunciato a parte dei loro profitti per non chiudere le aziende e lasciare a casa gli operai. C'è gente che si è uccisa per non licenziare. Non saranno certo i politici che iniziano i lavori al Parlamento portai dalle auto blu verso le 10.30 e che poi corrono alla bouvette a rimpinzarzi che salvano l'Italia.

    Per quanto riguarda l'ospedale in Costa D'Avorio sarei curioso di sapere come si chiama e in quale città è stato costruito.

    RispondiElimina
  13. Carlo Maria Fossaluzza15 settembre 2009 00:01

    giustissimo Stefano. Non essere dalla parte di Berlusconi non significa affatto essere di sinistra. L'Italia peraltro dalla crisi non si sta riprendendo, questo è quello che dice Berlusconi e che l'OCSE tanto citata non solo non conferma, ma smentisce. Gli interrogativi poi sono molti più delle certezze. Anche quando la crisi finirà, lo strascico nell'economia reale si farà sentire a livello di disoccupazione e di nuova ripresa di inflazione, e allora si vedrà se le misure del governo saranno all'altezza. Ho i miei dubbi, ma staremo a vedere. Peraltro trovo inutile citare di continuo numeri e statistiche senza effettivamente analizzare i dati. Indipendentemente da quanti voti abbia preso Franceschini credo si debba rispettare il parere di chiunque si sia rispecchiato in quel voto, cioè un italiano su tre, che ha tutto il diritto di esprimersi e di essere ben governato. Peraltro i principi democratici creano un rapporto biunivoco tra maggioranza al governo e minoranza all'opposizione. Da sempre dove l'opposizione non è stata all'altezza, la maggioranza ha mal governato o si è finiti in una dittatura. Questa è storia, non sono belle parole. Tra l'altro credo sia ben ora di finirala di fare il tifo per una persona e di votare una persone. Bisogna votare per un partito!! Per i valori e per i programmi!! Per delle linee operative!!

    RispondiElimina
  14. Dunque visto che non si riesce a sapere dov'è stato regalato questo famoso ospedale in Costa D'Avorio rispondo io:
    Non c'è nessun ospedale!
    Nel mese di giugno c'è stato un gemellaggio tra una squadra di calcio denominata Padania con una della Costa D'Avorio e in collaborazione con il consolato ivoriano a Milano è iniziata una raccolta di fondi per costruire un ospedale.
    Da quel punto in poi non si sa più niente solo che in nostro Bossi dice che hanno regalato un ospedale ma nessuno conferma e nessuno smentisce.

    RispondiElimina
  15. anonimo domenica diceva: "Quanto a suo figlio confermo il parere del signor Roberto poichè è un buono a nulla." ...
    ma questo comportamento di privilegio di un padre verso il figlio allora giustifica qualsiasi altro privilegio simile, anche i privilegi che i meridionali e/o gli extracomunitari ricevono (veri e/o presunti).. e il fatto che questo comportamento sia adottato proprio da umberto bossi - che da sempre urla roma ladrona - che valore dà alle rivendicazioni della lega (molte delle quali legittime e condivisibili)?

    RispondiElimina
  16. Assolutamento no. Prima i nostri!!!!!!!
    Gente che come diceva Stefano si alza allle sei del mattino!
    Comunque l'ospedale si trova nella città di Yamoussoukro, la capitale.
    Secondo il mio parere inoltre l'idea di Bossi di aiutare gli immigrati a casa loro è eccellente;
    vi dico inoltre che questo concetto lo ripeteva sempre anche don Aurelio Maschio!

    RispondiElimina
  17. l'altro Stefano20 settembre 2009 10:41

    Stai parlando forse di questo ospedale a Yanoussoukro, (notizia del 1 settembre 2009):
    "Avviati i lavori dell'opsedale -San Giuseppe Moscati- voluto da giovanni Paolo II, accanto alla basilica di - Notre Dame de la Paix- a Yamoussoukro". Il papa lo aveva pensato assieme all'allora presidente ivoriano nel 1992. Ora se il signor Bossi ha iniziato a raccogliere i soldi a giugno 2009 ed ora ha già costruito l'ospedale penso riuscirà a superare nei miracoli il suo socio di coalizione :-) . Per il resto ci sono solo dei progetti finanziati dalla regione Lombardia , l'ospedale a Yamoussoukro dovrebbe partire nel 2010 e comunque ripeto la Lega non c'entra sono progetti della regione Lombardia (fonte "La Padania"). Per quanto riguarda l'idea di aiutare gli immigrati a casa loro non è prorpio di Bossi! Nella mia vita ho conosciuto tantissimi missionari e loro mi hanno sempre detto questo, ancora prima che Bossi creasse la Lega Lombarda.

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Il 12 settembre Bossi riguardo ai diritti degli immigranti ha detto:

    “Si diritti ma a casa loro”

    Pensateci.
    E'come dire:

    Diritti ai malati si ma quando sono sani.

    Diritti ai neri si ma quando sono bianchi.

    Diritti ai gay si ma quando sono eterosessuali.

    Quali diritti possono avere a casa loro quando provengono dalla Somalia, dalla Etiopia, dal Sudan o da altri stati dove ci sono dittature di ogni tipo?

    Quali diritti possono avere quando vengono rispediti in Libia, dove non è riconosciuto loro il diritto d’asilo?

    RispondiElimina
  20. Assolutamente no, caro Renzo, significa mandare volontari, missionari e i molti fondi che l'Italia elargisce per loro attualmente a casa loro; in quanto all'ospedale non intendo assolutamente quello!

    RispondiElimina
  21. l'altro Stefano20 settembre 2009 21:06

    Con i respingimenti (si dice così per non fare schifo) non si può sapere se chi è su una barca ha diritto di asilo, di assistenza medica, è un delinquente o uno che non ha diritto a stare in Italia.
    Se uno ha diritto di asilo deve poter fuggire dal suo paese. Anche i nostri padri della patria andarono in Svizzera per sfuggire ai fascisti. Sono d'accordo con Renzo quando dice che molti di quelli che fuggono a casa loro non hanno diritti. Molti arrivano perché da molti anni sono stati chiamati in Italia a lavorare nelle ricche fabbriche del Nord Est. E ora chi ne aveva tanto bisogno in passato, visti i tempi, non ne ha più bisogno e vorrebbe rispedirli a casa... La situazione è delicata ma non giustifica il rifiuto di cure mediche, specialmente ai bambini.

    RispondiElimina
  22. Caro anonimo che imperversa (non ho altro modo per identificarti)
    io ho parlato di "diritti" non di "fondi" cioè "no de schei".

    RispondiElimina
  23. Caro Stefano ti pare che con migliaia di cassintegrati abbiamo bisogno di lavoratori!!!
    Giusto apportare cure mediche ai bambini ma poi tutti a casa loro!!!
    E ti ricordo che quando i nostri nonni andavano all'estero lavoravano e basta; altro che i nostri immigrati che hanno sconti, bonus scuola ecc...
    In quanto a Lorenzo, Bossi ha sbagliato termine perchè intendeva soldi: a Venezia c'ero anch'io!!!!!

    RispondiElimina
  24. l'altro Stefano21 settembre 2009 20:42

    Spero vengano accettati i link

    http://www.caiacnet.org/component/content/article/49-societa/224-quando-anche-noi-avevamo-il-gommone.html

    RispondiElimina
  25. Carlo Maria Fossaluzza21 settembre 2009 23:27

    La storia va avanti e con essa anche la considerazione dell'uomo. Penso sia sbagliato parlare di diritti in questo modo. I diritti non sono una cosa da attribuire, come un'etichetta da apporre, su ogni uomo. Sono invece qualcosa di intrinseco e costituente ogni uomo. Considerati in questo modo non possono essere discussi, ma solo considerati e tutelati. In quanto esseri umani siamo tutti di una sola ed unica razza, quella umana appunto. Quando nella storia ai nostri emigranti non son stati riconosciuti i loro diritti e sono stati trattati come muli da soma e sfruttati i tempi per il giusto riconoscimento immigrato-essere umano-diritti non erano maturi. Molte cose sono cambiate. Dobbiamo ripetere gli stessi errori? In nome di cosa? Con quale DIRITTO? Il nostro DOVERE è riconoscere e tutelare i DIRITTI di tutti. Credo sia questo l'unico vero progresso alla faccia dei leghisti e dei razzisti xenofobi di qualunque estrazione.

    RispondiElimina
  26. Diritti a chi se li merita!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  27. L'anomimo non vedeva l'ora di dedicarci le sue ricercate perle di qualunquismo.
    Ma con cortesia, voglio chiedergli se abbia mai riflettuto su quale sia il "merito" che gli permetta di avvalersi di tanti diritti non concessi ad altri indegni.

    Gradita risposta superiore alle due righe, senza citare comunisti e sindaci, giusto così, per migliorare lo stile.

    RispondiElimina
  28. Ho detto "diritti a chi se li merita" ossia...
    - a chi vuole rispettare le nostre leggi, la nostra cultura e le nostre tradizioni;
    - a chi viene in Italia per lavorare (e in questo periodo non c'è n'è bisogno) e non per fare il candestino;
    A questi, come dice il segretario federale Umberto Bossi, bisogna dare fiducia!!!

    RispondiElimina

partecipa, dì quello che pensi! condividi le tue proposte!